Area riservata

Newsletter

Link

Siti amici, partners o semplicemente di interesse che vi segnaliamo. Accedi

 25 visitatori online

Dalla tassazione a tutto il resto

L'organizzazione sociale in materia tributaria riflette l'organizzazione sociale in genere. Che per fortuna in Italia è molto meglio di quella in materia tributaria. Inseriamo qui gli spunti per evitare ulteriori peggioramenti. Mentre i nostri sforzi per migliorare la parte tributaria sono su www.giustiziafiscale.com per la classe dirigente in genere e www.fondazionestuditributari.com per gli (sfortunati :-)) operatori di questo settore

Home Opinione pubblica e media Intermediazione, disintemediazione e sussidiarietà (ma gli operatori del diritto sanno cos'è?)
Intermediazione, disintemediazione e sussidiarietà (ma gli operatori del diritto sanno cos'è?) PDF Stampa E-mail
Scritto da Raffaello Lupi   

I sostenitori della "riduzione dello stato", dell'intervento pubblico, per molti versi hanno ragione mettendo in luce l'inefficienza dell'intermediazione burocratica. Dove non vengono pagati direttamente i servizi,  ma

viene pagato qualcuno (un apparato pubblico) che poi paga chi ci rende i servizi. E' chiaro che in questo circuito tempi, soldi e risorse si perdono per strada, rispetto all'acquisto diretto. Ed è altrettanto chiaro, senza tanta sociomatematica, che se voglio mangiare è più efficiente pagare direttamente il ristorante, dove mangio quello che dico io, anzichè pagare le tasse a un pubblico ufficio che poi paga un ristorante e mi dà un buono con cui posso andare a mangiare alle ore che dicono loro, scegliendo nel menu che dicono loro. Tra le lasagne e la carbonara, quando magari volevo l'amatriciana, che costa anche meno, ma non posso avere perchè "non è nella convenzione". La storia ci insegna cos'è il principio di sussidiarietà, tendenziale come tutti i concetti delle scienze sociali, dove il pubblico potere dalla notte dei tempi è intervenuto solo dove gli individui non sapevano organizzarsi da soli. A partire dalla guerra, dalla giustizia e dalle infrastrutture, in un circuito che creava le condizioni per far operare l'iniziativa privata. La macchina pubblica, da secoli, crea le condizioni, di sicurezza esterna e interna, per l'operatività serena dell'iniziativa privata. Senza "sostituire l'iniziativa privata" , senza inglobarla e fagocitarla. Certo, era facile finchè l'istituzione economica produttiva di base era la famiglia rurale, intesa anche come rete di protezione sociale, di piccole collettività coese. Con la crisi di queste vecchie reti di rapporti sociali, per via della produzione attraverso le aziende, anche il ruolo dello stato è cresciuto, come indicato nel manuale di scienza delle finanze. Per questo è più difficile capire cosa deve fare il contenitore pubblico, rispetto al contenuto privato. L'applicazione del principio di sussidiarietà "pubblico - privato" diventa meno immediata, e quindi diventa necessario riflettere consapevolmente su un aspetto della convivenza sociale che prima era istintivo. Accanto alla sussidiarietà delle istituzioni di livello superiore rispetto a quelle inferiori (federalismo) , c'è una sussidiarietà del pubblico rispetto al privato. Ma i due aspetti si intrecciano perchè spesso il pubblico deve creare le reti, le infrastrutture per l'operatività dei privati, mentre in passato l'aspetto pubblicistico  "difesa-giustizia" era maggiormente distinto da quello privatistico  "produzione commercio". Il settore pubblico diventa complesso, e altrettanto complesse sono le sue relazioni con quello privato. Tutte complessità in cui la fa da padrone il diritto, la cui eccessiva separazione rispetto all'opportunità, al merito, porta alle inefficienze che abbiamo davanti. Rendere produttiva la pubblica amministrazone è possibile solo sapendo "gestire la sussidiarietà", cioè le mille sfaccettature del rapporto "pubblico-privato". Il che si fa poco con le norme e molto col buonsenso.

 

Copyright © 2012 www.organizzazionesociale.com | All Rights Reserved. Tutti i diritti riservati | fondazione studi tributari P.IVA 97417730583

PixelProject.net - Design e Programmazione Web